I grandi maestri dell'oriente
La vita, le opere, i miracoli, il pensiero

Elemento centrale e dominante di tutta la speculazione metafisica orientale è il tema della liberazione. Liberazione dal dolore, dall'ignoranza, dalla caducità e specularmente accesso a dimensioni superiori, al paradiso, a una condizione sovrumana di beatitudine, immortalità e libertà. In abbinamento con il tema della liberazione compare sempre quello della "via", a un tempo mappa e metodo per raggiungere la felice condizione di liberati in vita.
Entrambe "liberazione" e "via" trovano forma, identità e concretezza nella figura del Guru, il maestro spirituale, prova vivente delle possibilità di raggiungere la liberazione e guida sicura nel compimento dell'impresa. Chi cerca la liberazione deve trovare un Guru, che sappia indicare la via da seguire e guidare passo passo nel cammino irto di pericoli e difficoltà. È interessante notare come il termine Guru implichi un passaggio da una condizione di oscurità e nescienza a una di illuminazione e conoscenza e in tal senso Guru è colui che può condurre l'adepto dal buio alla luce.

Non è dato sapere il numero di Guru che hanno popolato le foreste, le montagne e i deserti dell'Asia. Ma essi hanno rappresentato una linea ininterrotta di saggezza che, da maestro ad allievo, da bocca a orecchio, ha attraversato i millenni. Sappiamo solo di alcuni, quelli che hanno fondato scuole e ordini religiosi, che hanno predicato con successo o lasciato, direttamente o per opera di adepti, tracce scritte. Ognuno di loro è il maestro, e rappresenta tutti gli altri, anche quelli di cui non sapremo mai nulla, ma il cui contributo è stato essenziale nel mantenere viva e pulsante la tradizione e la conoscenza.

A tutti questi Maestri, rappresentati dai più noti e conosciuti, sono dedicati questi libri, un omaggio a ogni Guru del passato, del presente e del futuro, uno strumento semplice, accessibile e diretto per mettere a contatto l'occidente con la saggezza e la spiritualità dell'oriente. Perché anche se il maestro esprime talvolta i suoi insegnamenti con parabole, concetti e scritti, il vero insegnamento è sempre nel suo comportamento, nel modo in cui mangia, dorme, guarda, medita, parla, respira, sorride. Per questo raccontare la sua vita, le sue origini familiari, le leggende che lo circondano, l'ambiente in cui è vissuto, le imprese che ha compiuto, le impressioni lasciate su chi lo ha conosciuto è complementare alla necessaria analisi del suo pensiero e insegnamento e arricchisce la comprensione rendendola maggiormente esaustiva.

Stavo visitando un centro di meditazione ispirato a Sri Aurobindo e, frugando tra i libri della biblioteca, mi sono reso conto di quanto poco sapessi di questo grande maestro. I pensieri hanno la tendenza a formare sequenze associative e, da questa prima considerazione, sono passato alla consapevolezza di sapere assai poco anche di molti altri maestri, della maggior parte di loro. Pensiero successivo, la maggior parte delle persone non sa assolutamente nulla dei maestri dell'oriente e subito dopo: non esiste una collana di monografie dedicata a loro e indirizzata al grande pubblico.

A questo punto l'idea era formata e, dopo averla strutturata con una certa precisione e cioè monografie semplici ed essenziali ma anche rigorose nei contenuti, semplici nel linguaggio ma complete, di basso costo e buona fattura, ho presentato l'idea alla casa editrice RED che la ha subito accolta.
Il giudizio finale spetta ai lettori.

Monografie già disponibili

Bodhidharma

Mirabai

Vivekananda

Sri Aurobindo

Krishnamurti

Siddhartha il Buddha

Sai Baba di Shirdi

Paramahansa Yogananda

       
Copyright 2010 - by Maurizio Morelli