Yoga e menopausa
Per vivere serenamente il cambiamento fisico e psicologico

Autore: Maurizio Morelli
Red Edizioni, Milano (c) 2011
red!, Milano (c) 2011

La menopausa è un momento di profonda trasformazione nella vita di ogni donna. Il ciclo della fertilità, iniziato con la prima mestruazione, si conclude e questo comporta un riassestamento generale di tutti gli equilibri psicofisici. Si tratta sicuramente di un cambiamento profondo e completo che si snoda nell’arco di sette, dieci anni e coinvolge gradualmente tutti gli aspetti della vita, un cambiamento che può dare luogo anche a disturbi di varia natura ma che, al tempo stesso, non deve necessariamente essere problematico. La differenza di intensità di eventuali manifestazioni sgradevoli o fastidiose e le modalità di reazione dipendono in gran parte dalla capacità di accettazione della trasformazione o dal suo rifiuto non meno che da predisposizioni genetiche e fattori terzi quali alimentazione, ambiente, situazioni affettivamente tranquille oppure no, attività ed eventuali fattori di stress. Quello che è fondamentale comprendere è che tali manifestazioni (o altre più rare ma non escludibili), qualora dovessero presentarsi, non sono conseguenza di malattie ma effetti di un complesso processo di adattamento, sintomi di una trasformazione assolutamente naturale e inevitabile che non va contrastata ma invece preparata, accolta e accompagnata.

Riduzione delle difficoltà

L'impiego della sfera elastica facilita l'esecuzione di molte posizioni yoga, permette di operare con le articolazioni in scarico e quindi morbide e aperte, quasi come quando siamo in acqua; la condizione generale sarà quella di un ‘maggiore rilassamento', fattore che aumenta i benefici della pratica.

Utilizzando la sfera per sostenere il corpo, ridurre le distanze o riempire spazi vuoti moltissime posizioni possono essere realizzate con minore difficoltà e maggiore precisione e mantenute per tempi più lunghi, senza creare inutili contratture. Ciò che sembrava difficile, troppo impegnativo o faticoso diviene facile e gradevole, attuabile anche da soggetti altrimenti esclusi da questa pratica così salutare e benefica.

Specialmente chi si avvicina per la prima volta allo Hatha Yoga potrà beneficiare con maggiore rapidità dei vantaggi derivanti da questa disciplina, evitando anche quel senso di frustrazione che spesso si accompagna alla sensazione di non essere in grado di assumere alcune posizioni; ma anche i più esperti potranno notare quali e quanti benefici possono derivare dall'impiego di questo semplicissimo attrezzo. In sintesi l'impiego mirato della sfera elastica permette di migliorare rapidamente:

Agendo in tal modo l’eventuale sintomatologia sgradevole viene annullata o molto ridotta e avrete una maggiore opportunità di cogliere gli aspetti gradevoli e favorevoli offerti dalla rinnovata condizione in cui state per entrare. Avete a portata di mano un’occasione di ‘rinascita’ nel senso più completo del termine, una rinascita nel corpo e nella psiche, un’opportunità da non sprecare, un’occasione da cogliere e cavalcare con gioia e grande determinazione.

La sequenza di esercizi che viene proposta nel DVD è molto varia e consistente, con alcuni esercizi di difficoltà media. In particolare le variazioni dinamiche della posizione Di tutte le membra sollevate, le fasi dinamiche della posizione del Ponte, la posizione del Triangolo girato e la Difficile possono risultare di difficile realizzazione a molte di voi, almeno inizialmente; questa non è una contraddizione, il progetto è per una pratica sul lungo periodo e, con un impegno regolare riuscirete ad eseguire tutti gli esercizi. Al tempo stesso non è mai il caso di forzare il proprio organismo e così, ogni volta che vi trovate di fronte a tecniche per voi troppo faticose o impegnative semplicemente saltate a quella successiva.

La pratica dello Hatha Yoga da il massimo dei risultati quando è regolare, moderata ed eseguita con calma e senza sforzo, rispettando una dieta leggera e uno stile di vita sano, sostenuto da un atteggiamento mentale tranquillo e pacifico. In modo particolare cercate di eseguire sempre gli esercizi di respirazione, che sono fondamentali per il riequilibrio energetico, e tra le posizioni indicate, quelle che riuscite ad assumere senza difficoltà eccessive; ricordate che nelle differenti posizioni è necessario rilassarsi al massimo, non si tratta di ottenere delle performance ma di stare bene con se stesse. A intervalli regolari riprovate a inserire anche quegli esercizi che avevate inizialmente scartato perché fuori dalla vostra portata e, se le cose sono cambiate e scoprite che in realtà cominciano a risultare più accessibili, integrateli progressivamente nella pratica giornaliera.

Copyright 2011 - by Maurizio Morelli